Don’t call it a Vegetarian Carbonara: This is an Artichonara!

Segue in Italiano.

Last day my sister went to the grocery shop and the guy there made her a surprise. He gave her some of the vegetables that are not “attractive” anymore, in another words they lost the look that people are used to and so they their fate would have ended in the bin.
Knowing that this “rubbish” is gold for me she brought it over. (here some 0 waste recipes 1 2 3) What came to my house were a few artichokes and kale. I couldn’t ask for a more delicious gift. However, that day I already had my “treasure hunting” in the kitchen. My plan was to make a Carbonara (here the recipe). But now I had those veggies to work with, but still I wanted that creamy egg and cheese texture and taste that I was craving for before those new “things” ruined my plan. A huge dilemma!

Lost in my thoughts at one point I recalled what a guest of the Meletao Festival told me last year. During the festival we were serving only vegetarian/vegan food and off course the omnivores guests after 2 days of “meat deprivation” started to dream about a Carbonara. Talking about it with one of participants, looking straight into my eyes he told me:

Guest: I am from Rome and you should listen to this!
Me: Why? What about if you were from Bologna?
Guest: Then I would talk about Tortellini, but since I am from Rome I will tell you a secret about Carbonara.
Me: With wide-open eyes I listened to his words.
Guest: Next time you make a Carbonara fry some sliced Artichokes in the fat, you will thank me next year.
Me: Frozen.

With his revealed secret in mind, I really didn’t want to modify a dish that is delicious for its simplicity, neither call it the “Wrong Carbonara” as they did with the Negroni cocktail. So I thought: What about taking out the meat element and make it vegetarian friendly? I thought that was a great idea actually, I went on the internet and there are many recipes that came to the my same conclusion, using different ingredients, but pretty much the same. However, their creativity stopped at the recipe not the name. So I will keep it further and wont call it a vegetarian Carbonara, nor an artichoke Carbonara but a Artichonara. This will also allow me to use whatever ingredient I want without having to follow any tradition.

So that’s how an authentic Artichonara is made:

Ingredients for 1 person:
80 gr of rigatoni pasta
2 whole eggs
An espresso cup of Parmigiano
An half teaspoon of black pepper
2 Artichokes
An half of a medium size white onion
A tablespoon of Extra virgin olive oil.
Salt
You will also need an half lemon.

Procedure:
1 Fill with water a pot for the pasta, cover with a lid and put it on a fire.
2 Find a medium size bowl, fill it with water and squeeze the lemon in it; the vitamin C will prevent the artichoke to turn black.
3 From your artichoke take out the hardest leaves, cut the tip, the lower part of the stem and make thin slices out of it. Once done leave it in the water with the lemon.

4 In a frying pan heat up the oil, add the sliced onion and let it cook on a low flame for 5 minute. Then add the artichokes. Let them cook stirring it time to time and if necessary adding some cooking water of the pasta. The final result should be soft but not a cream.
5 When the water for the pasta is boiling add salt, the quantity depends on how much water you have. It has to taste salty. Then add the pasta into it.
6 Open the eggs in a bowl and add the cheese and pepper. With a help of a fork mix it properly with a slow and gentle motion. It isn’t an omelet, treat it nicely!

7 When the pasta is al dente transfer it to the pan with the artichoke using a skimmer. Let it cook a bit more making sure to stir it properly. If it’s dry add some cooking water of the pasta.

8 Turn off the fire add the eggs and immediately start to stir it in order to avoid that the eggs starts to cook.
9 Your Artichonara is ready, you can serve it with more cheese and pepper if you like.

P.S. if you adding of substituting ingredients, using any other process rather than then one above in order to match your taste do it. But don’t call it ARTICHONARA 🙂

#keepeating     

Non chiamatela Carbonara Vegetariana, questa è una Carcionara

L’altro giorno mia sorella è andata dal fruttivendolo. Il ragazzo che era li quella mattina le ha fatto una sorpresa. Le ha regalato delle verdure che non erano più “attraenti”, in altre parole avevano perso quell’aspetto a cui le persone sono abituate e così il loro destino sarebbe stato quella di finire nella pattumiera. Sapendo che questa “spazzatura” è oro per me, me l’ha portate. (qui delle ricettre 0 waste 1 2 3) Nella busta c’erano carciofi e friarielli. Non potevo chiedere di meglio. Io quel giorno però, avevo già fatto la mia “caccia al tesoro in cucina”. Nei miei piani c’era una carbonara (qui la ricetta). Ma ora avevo quelle verdure da cosumare, ma allo stesso tempo desideravo quel gusto cremoso di uova e formaggio. Un enorme dilemma!

Mantre mi perdevo tra i pensieri mi sono ricordato di quello che mi ha detto l’anno scorso un ospite del Meletao Festival. Durante il festival abbiamo cucinato solo cibo vegetariano/vegano e ovviamente gli ospiti onnivori dopo 2 giorni di “privazione di carne” hanno iniziato a sognare una carbonara. Parlandone, uno di loro guardandomi dritto negli occhi mi disse:

Ospite: Io so’ de Roma e me’ devi ascolta’ n’attimino!
Io: Perché? Se fossi stato di Bologna?
Ospite: Allora t’avrei parlato de’ tortellini, ma visto che so’ de’ Roma, te do’ na chicca sulla Carbonara.
Io: Occhi sbarrati.
Ospite: La prossima volta che fai na’ carbonara nel grasso c’e’ friggi pure due carciofi a fettine. Poi me’ ringrazi l’anno prossimo.
Io: Congelato, annuii!

Con la sua chicca in mente, io non volevo modificare un piatto che è delizioso per la sua semplicità, né chiamarlo la “carbonara sbagliata” come il Negroni. Quindi ho pensato: e se togliessi completamente la parte animale? Cosi da renderlo appetibile per i vegetariani?  La trovai un’ottima idea. Navigando su Internet  trovai molte ricette che sono arrivate alla stessa conclusione della mia usando ingredienti diversi. Tuttavia, la loro creatività si è fermata alla ricetta, non al nome. Quindi volendo andando oltre non la chiamerò Carbonara vegetariana, né Carbonara di carciofi ma Carcionara. Questo mi permetterà anche di utilizzare qualsiasi ingrediente senza dover seguire alcuna tradizione, pensai.

Ecco come viene fatta un’autentica Carcionara:

Ingredienti per 1 persona:
80 gr di rigatoni
2 uova intere
Una tazzina di parmigiano
Mezzo cucchiaino di pepe nero
2 Carciofi
Mezza cipolla bianca di media grandezza
Un cucchiaio di olio extravergine di oliva
Sale
Avrai bisogno anche di mezzo limone.

Procedura:
1 Riempite d’acqua una pentola per la pasta, coprite con un coperchio e mettetela sul fuoco.
2 Prendete una ciotola, riempitela d’acqua e spremeteci dentro il limone; la vitamina C eviterà che i carciofi diventino neri.
3 Eliminate dai vostri carciofi le foglie più dure, tagliate la punta, la parte inferiore del gambo e ricavatene delle fettine sottili. Una volta fatto, lasciate il tutto nell’acqua con il limone.

4 In una padella fate scaldare l’olio, aggiungete la cipolla affettata e fatela cuocere a fuoco lento per 5 minuti. Unite poi i carciofi. Fateli cuocere mescolando di tanto in tanto e aggiungendo se necessario un po’ d’acqua di cottura della pasta. Il risultato finale deve essere morbido ma non una crema.
5 Quando l’acqua per la pasta bolle salatela, la quantità di sale dipende da quanta acqua avete. Quindi aggiungete la pasta.
6 Aprite le uova in una ciotola e aggiungere il formaggio e il pepe. Con una forchetta mescolate bene con un movimento lento e delicato. Non è una frittata, trattele bene!

7 Quando la pasta sarà al dente trasferitela nella padella con i carciofi aiutandovi con una schiumarola. Lasciate cuocere ancora un pò avendo cura di mescolare bene. Se è asciutto aggiungete un po’ d’acqua di cottura della pasta.

8 Spegnete il fuoco aggiungete le uova e iniziate subito a mantecare per evitare che le uova inizino a cuocere.
9 La vostra Carcionara è pronto, potete servirla con altro formaggio e pepe a piacere.

PS se modifichi gli ingredienti o usi qualsiasi altro processo invece di quello sopra, fallo. Ma non chiamarla CARCIONARA. 🙂

#Keepeating

8 Replies to “Don’t call it a Vegetarian Carbonara: This is an Artichonara!”

  1. 1
    graliontorile

    Hi there, just became alert to your blog through Google, and found that it is truly informative. I am going to watch out for brussels. I will appreciate if you continue this in future. Lots of people will be benefited from your writing. Cheers!

+ Leave a Comment